motociclo finisce in una buca stradale
Condividi:

Richiesta risarcimento danni

Una delle poche certezze di un italiano è che le buche sulle nostre strade non mancheranno mai. Se per un automobilista c’è il rischio di rompere pneumatici, cerchi e ammortizzatori, per un motociclisti c’è il pericolo di finire in ospedale.
Se hai subito un danno, di qualunque entità sia, la cui colpa è da attribuire al comune, hai il pieno diritto di richiedere il risarcimento all’Ente proprietario della strada. I motivi per richiedere i danni sono molteplici, ma quelli più comuni sono, per manto stradale sconnesso, caduta rami, caduta cartellonistica stradale e cattiva manutenzione della strada. La richiesta danni va sempre fatta all’Ente proprietario, che di norma delega la gestione del sinistro alla compagnia assicuratrice con la quale è stipulato il contratto di assicurazione.
Le cose principali sono:

  1. Formulare la richiesta danni (scarica un fac-simile del modulo)
  2. Provare che il fatto sia accaduto (foto sul posto)
  3. Dimostrare il danno subito (leggi l’articolo “3 cose da fare in caso di incidente“)

Provare l’evento storico

La cosa primaria è provare che il fatto si avvenuto in quel determinato giorno, luogo e ora del sinistro, ma soprattutto che i danni subiti sono da attribuirsi dell’Ente proprietario della strada. In poche parole, dobbiamo dimostrare che ci sia una correlazione tra i danni subiti e la buca in strada, ma andiamo per ordine.
Per provare la data del sinistro, ci servirà una dichiarazione di un testimone che ha assistito all’incidente, anche un amico o parente che era con noi può farci da testimone (vedi fac-simile di una dichiarazione testimoniale).La cosa che consigliamo è richiedere l’intervento di un’autorità (polizia,vigili urbani e carabinieri) che sono obbligati a venire sul luogo del sinistro se un cittadino lo richiede.

Provare i danni

Per la prova dei danni, basteranno le foto e un preventivo dei lavori da eseguirsi. Se non possiamo attendere il risarcimento, possiamo riparare il bene danneggiato, ma sarà bene farsi rilasciare una fattura dei lavori eseguiti. Possiamo chiedere ad un Consulente Tecnico del ramo di infortunistica Stradale, una perizia di parte, così possiamo allegarla alla richiesta danni che andremo a fare.
Il termine massimo per fare la richiesta è 5 anni dalla data dell’evento, dopo va in prescrizione)
Se hai problemi o vuoi consigli in merito, lascia un commento per ricevere una risposta dal nostro tecnico di infortunistica stradale.


Condividi:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.